16 dicembre: il dies della vergogna!

investire sul mattone

16 dicembre: dies della vergogna! chiamati a saldare Tasi, Imu, Tari, ecc., ecco come viene impiegata la tredicesima!

La casa è il vero “Bancomat” di uno stato patrigno, tanto che il 2014 rimarrà negli annali degli Italiani, come l’anno tra i più devastanti ai fini della tassazione sulla casa!

Lo stato predatore

stato-predatore

Secondo il vocabolario della lingua italiana Devoto Oli predare significa far proprio con azioni di guerra o con la forza e la violenza.

L’Ennesima randellata ai piccoli proprietari.

tasse-sulla-casa

Nuove penalizzazioni in vista per il piccolo proprietario, si tratterà di un’ulteriore mazzata sulla casa, che costituirà, anche, un ulteriore elemento di riflessione per chi voglia investire su un mattone sempre più vessato.

Al via la riforma del catasto: ma a che serve?

riforma-catastale

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera definitivo al decreto legislativo per le commissioni censuarie che dovranno “validare”le funzioni statistiche “atte ad esprimere la relazione tra il valore di mercato, la localizzazione e le caratteristiche edilizie dei beni per ciascuna destinazione catastale e per ciascun ambito territoriale anche all’interno dello stesso comune”.

Un aiuto concreto per gli alluvionati di Genova

Alluvione-Genova-2014

L’APPC, Associazione Piccoli Proprietari Case, nell’esprimere la solidarietà agli alluvionati del Genovesato, tra le varie iniziative intraprese a favore della popolazione alluvionata ha pensato di dare un proprio concreto aiuto, a chi durante l’evento, ha perso il proprio computer, mettendo a disposizione gratuitamente a tutti gli alluvionati i propri tecnici informatici per consentire l’istallazione e configurazione di nuovi computer, con realizzazione della rete locale, configurazione internet e con ripristino dei software gestionali.

Peggio del fango

Genova-alluvione-2014

Il fango non è la cosa peggiore che devono fronteggiare i genovesi.
La vera tragedia sono gli amministratori ciechi e sordi, chiusi nel loro piccolo cabotaggio burocratico,incapaci non solo di perseguire orizzonti di sviluppo e di crescita economica ma anche di dare alla sgangherata macchina di uffici inutili ma dai nomi altisonanti, di aziende municipalizzate che producono voragini di debiti,di società partecipate utili solo a erogare stipendi, un minimo indirizzo di efficienza ed economicità.