E mò ve lo buco questo pallone!

Tra le righe del tempo affiora la pronuncia della Corte di Cassazione di Torino del lontano 11 giugno 1880, che definiva servitù discontinua ed apparenteil diritto di raccogliere nei fondi contigui al giuoco del pallone i palloni che vi siano caduti”.  La Corte torinese, preso atto che nel Comune di Altavilla “vi era un luogo di sua spettanza adattato specialmente ed esclusivamente destinato al giuoco pubblico del pallone” , riteneva potessero nascere e consolidarsi delle vere e proprie servitù reali relative, come quella di dover tollerare il getto dei palloni nei fondi contigui e circostanti e pure l’accesso momentaneo nei fondi stessi per andare a raccoglierli, consistendo appunto le servitù in un peso sopra un fondo per l’uso e l’utilità d’un altro fondo appartenente a diverso proprietario.

Obbligo affiggere generalità amministratore…

L’obbligo normativo di affiggere l’indicazione delle generalità, del domicilio e dei recapiti, anche telefonici, dell’amministratore.

L’art. 1129co5° c.c., così come sostituito dall’art. 9 L. 11.12.2012 n. 220 con decorrenza dal 18.06.2013, testé dispone: “Sul luogo di accesso al condominio o di maggior uso comune, accessibile anche ai terzi, è affissa l’indicazione delle generalità, del domicilio e dei recapiti, anche telefonici, dell’amministratore”.

Fascicolo del fabbricato

Il fascicolo del fabbricato è tornato al centro del dibattito tra favorevoli e contrari, i vari disegni di legge presentati negli ultimi vent’anni, compreso l’ultimo in ordine di tempo ventilato dall’ex Ministro Delrio in merito alla sicurezza degli edifici, sono stati tutti oggetto di prese di posizione dei rappresentanti del mondo immobiliare, che in larga misura non ritengono il fascicolo del fabbricato una misura utile e adeguata a garantire la sicurezza del patrimonio edilizio residenziale.

Occupazione abusiva: Stato e ministero degli interni condannati al risarcimento

Il tribunale di Roma con sentenza n° 13719/2018, Giudice Alfredo Sacco, ha condannato, in solido fra loro, il Ministero dell’interno e lo Stato italiano, a risarcire al proprietario, che aveva un immobile occupato abusivamente da nove anni, il danno, quantificato nella somma di 28 milioni di euro da “pagare immediatamente”.

dall’A.P.P.C a Giuseppe Conte, presidente del consiglio dei ministri…

Dall’Appc a Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri, le misure per il rilancio del settore immobiliare. Al neo presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, l’Appc, Associazione piccoli proprietari case, nell’indirizzargli l’augurio di proficuo lavoro, rivolge un accorato appello per richiedere più attenzioni per il settore immobiliare, al fine di rilanciarne lo sviluppo e la crescita.

Fascicolo del fabbricato

Il fascicolo del fabbricato  è tornato al centro del dibattito tra favorevoli e contrari. I vari disegni di legge presentati negli ultimi vent’anni, compreso l’ultimo in ordine di tempo ventilato dall’ex Ministro Delrio in merito alla sicurezza degli edifici, sono stati tutti oggetto di prese di posizione dei rappresentanti del mondo immobiliare, che in larga misura non ritengono il fascicolo del fabbricato una misura utile e adeguata a garantire la sicurezza del patrimonio edilizio residenziale.