Il governo Letta fa precipitare rovinosamente il mattone

cameradeputati

La  scellerata politica di tassazione della casa perpetrata dall’attuale governo  “Letta delle larghe intese” ha annientato il mattone. E’ giusto ricordare ai  cittadini come “le larghe intese” vengano utilizzate dal governo solo per  colpire nella direzione dell’unico “attenzionato”: il mattone. E’ per questo che  siamo giunti al punto in cui mantenere gli immobili sta diventando impossibile a  causa della pressione fiscale, che, unita ai pesanti costi di gestione, toglie  ogni respiro: ecco come l’investimento si abbatte sul disperato cittadino.

E’ in questo  modo che “le larghe intese” hanno proceduto all’unisono all’ “esproprio della  casa”, che, così, in barba anche all’art. 47 della Costituzione, “non è più un  diritto per l’82% degli Italiani”.

L’ultimo  regalo alla proprietà è stato l’innalzamento delle aliquote Tasi – Imu, con  l’alibi che a riscuotere sono, poi, i Comuni, conclusione: si è proceduto a  distruggere redditi di famiglie, costrette ad applicare tagli in ogni direzione,  senza contare le migliaia di imprese, laboratori artigianali, negozi ecc.,  costretti a chiudere i battenti, con conseguenze dirette ed indirette sulle  casse dello Stato che,a fronte di aumento di pressione fiscale, perde in entrate  di IRPEF ed IVA conseguenza di compressione di consumi e di numeri! Occorre  certamente cambiare impostazione a questo autolesionista e perverso percorso,che  certo non favorisce l’accesso del risparmio popolare alla proprietà  dell’abitazione.

I cittadini  sanno cosa accade quando non sono più in condizione di onorare l’attuale  pressione fiscale! Ma Governo e Comuni pensino cosa potrebbe accadere dal  mancato introito del gettito fiscale della casa se centinaia di migliaia di  famiglie non potessero adempiere a questa famigerata tassazione.

Per “dirla  alla Renzi” ad essere “spompi” ora sono proprio i piccoli proprietari di case  che non ne possono più di questa compagine governativa che tra tasse e nuovi  adempimenti ha mandato del tutto in fibrillazione un settore che, da troppo  tempo, non trova pace! Ma i piccoli proprietari case hanno già “dimissionato”  questo governo che non li rappresenta ed alle prossime consultazioni elettorali  ne daranno prova tangibile!

 

dott.Flavio  Maccione

segretario  generale Appc

Condividilo!
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.