IMU , politiche della casa

imu-2013

L’Appc plaude a questa linea programmatica auspicando una riforma complessiva  che porti all’abolizione del peso fiscale sulla 1^ casa e lo stop alla scadenza IMU  della rata  di giugno  potrebbe fare scommettere sulla volontà di riforma, considerato che l’82% degli Italiani è proprietario dell’abitazione principale. 

Nel ribadire  che il rilancio dell’economia passa, soprattutto,  dal comparto del mattone auspica una riforma strutturale della tassazione che, come articolata  attualmente,  ha effetti recessivi: più tasse, meno sviluppo e meno crescita.

L’Appc si batterà, con tutte le sue forze, perché  si possano ristabilire quegli equilibri  di crescita che il Paese richiede e l’abolizione dell’IMU sulla 1^ casa sarà  prerogativa irrinunciabile quale base di equità fiscale.

Considera positiva l’apertura del Premier sugli incentivi finalizzati al mercato dell’affitto, ai mutui per le giovani coppie, nonché sulle ristrutturazioni con nuove tecnologie di risparmio energetico: tutti elementi che possono contribuire a rimettere in moto il volano dell’economia, sì perché economia e casa sono un binomio inscindibile.

L’Appc  spera che dalle linee programmatiche si passi, subito, ai fatti perché il paese Italia non può più attendere!

Flavio Maccione

segretario nazionale Appc

Condividilo!
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.