Condominio tra riforma e novitàgiurisprudenziali

bari-appc

RESOCONTO CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE ALAC

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI

Palazzo di Giustizia di Bari – 21/12/2012

Venerdì 21 dicembre 2012, nel Tribunale di Bari si è svolto il Corso-Convegno sul tema “Condominio tra riforma e novità giurisprudenziali”, promosso dall’ A.L.A.C. – Associazione Liberi Amministratori Condominiali in collaborazione con A.P.P.C. – Associazione Piccoli Proprietari Case e il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Bari.

L’evento ha riportato un’altissima affluenza di professionisti, avvocati e amministratori di condominio facendo registrare il ” tutto esaurito “.

Difatti 350 presenti in parte hanno occupato tutti i posti nella Sala Consiglio dell’Ordine e in parte hanno assistito all’evento da due schermi panoramici sistemati nella Sala Biblioteca e nell’ampio corridoio del Tribunale.

In apertura sono stati portati i saluti ai presenti dal Consigliere Tesoriere dell’Ordine degli Avvocati di Bari Avv. Luigi Ancona. Successivamente ha preso la parola il Prof. Michele Costantino, referente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, che ha chiosato in chiave critica sugli aspetti e le novità della riforma del Condominio, ovvero la Legge n. 220/2012 che sarà operativa dal 18 giugno 2013. Nel proseguo è intervenuto l’Avv. Nicola dell’Ernia che ha illustrato i requisiti legali e professionali che dovranno possedere gli amministratori per svolgere l’attività alla luce della novella approvata dal Parlamento. In breve, gli amministratori di condominio professionisti avranno l’obbligo di dimostrare annualmente ai condomini di essere in possesso di un attestato di frequenza e di certificazione annuale rilasciata dall’Associazione di appartenenza attestante il possesso della qualificazione professionale di amministratore.

L’Avvocato Giuseppe Barile ha incentrato il suo brillante intervento sul tema riguardante l’usucapione delle parti comuni di un edificio. L’Avvocato Gaetano Bux ha svolto la sua relazione su alcune interessanti recenti sentenze della Corte di Cassazione. Infine il fiscalista rag. Emmanuele Bux ha toccato l’argomento della responsabilità del committente-condominio per il mancato versamento dell’IVA e delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente da parte dell’appaltatore per i lavori in condominio.

Ha moderato i lavori il Dr. Mauro Simone presidente provinciale A.P.P.C. – A.L.A.C. e Vice Segretario nazionale A.P.P.C. Le stesse Associazioni dovranno svolgere un ruolo centrale ai fini della formazione e dell’aggiornamento professionale dei propri iscritti anche a tutela dell’utenza. L’A.L.A.C., che tra l’altro è già organizzata con un comitato tecnico-scientifico e uno sportello consumatori, dovrà rilasciare attestazioni e certificazioni di qualità agli amministratori in possesso dei requisiti richiesti dalla legge.

Il Dr. Mauro Simone si è soffermato sul riconoscimento del ruolo professionale dell’amministratore di condominio. Con la riforma delle professioni — ha aggiunto Simone – per un verso sono state definite le regole e la certificazione di qualità degli amministratori di condominio, dall’altro il riconoscimento delle Associazioni – come A.L.A.C. – non regolamentate da Ordini o Collegi. Alle Associazioni saranno attribuite responsabilità a rilevanza pubblica. In chiusura sono stati consegnati gli attestati di partecipazione ai partecipanti dei corsi di formazione di amministratore condominiale indetti dall’ALAC nel 2011.

Ai partecipanti al Corso-Convegno, accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Bari per l’alto valore formativo, sono stati riconosciuti n. 4 crediti formativi.

Il Segretario ALAC Bari
Condividilo!
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.