Il ruolo dell’APPC, oggi.

Il ruolo dell'APPC oggi

Da sempre la casa rappresenta per gli italiani un bene primario, simbolo di sicurezza e stabilità, da proteggere e conservare.

La normativa in materia immobiliare è in continua evoluzione e ciò comporta la necessità, da parte dei proprietari immobiliari, di attivarsi in prima persona per essere in regola con la normativa di volta in volta vigente.

In questa azione di aggiornamento, ma anche di cura degli immobili si inserisce l’APPC, Associazione Piccoli Proprietari Case, operativa a livello nazionale da ben 38 anni, con più di 180 sedi.

L’Associazione si propone di supportare i piccoli proprietari, spesso smarriti di fronte alle innumerevoli incombenze che li riguardano; di rappresentare e difendere i loro interessi; di promuovere interventi legislativi in sede locale e nazionale, orientati in tal senso.

In particolare, quale firmataria delle piattaforme nazionali, assiste, con la collaborazione dei sindacati degli inquilini maggiormente rappresentativi, alla stipula dei patti in deroga, ed in particolare, alla stipula dei contratti agevolati, di cui alla legge 431/98, art.2, comma 3.

L’Associazione si pone, inoltre, in un’ottica di collaborazione con gli enti e le amministrazioni locali, in modo da rappresentare, ovunque essa sia insediata, un elemento positivo e costruttivo.

Gli associati dell’APPC possono contare, oltre che su una organizzazione capillare estesa su tutte le regioni e quasi in ogni provincia, sulla competenza di professionisti tra i più esperti in materia immobiliare, i quali offrono ai soci consulenza ed assistenza in materia legale, notarile, fiscale, tecnica, assicurativa e condominiale. Molteplici e variegati sono i servizi offerti dall’Associazione, potendo spaziare, a seconda delle sedi, dal calcolo di imposte, al disbrigo di pratiche catastali; dalla redazione e registrazione di contratti, alla risoluzione amichevole o giudiziale di controversie; dall’assistenza in materia di successioni ereditarie, all’avvio di pratiche di finanziamento o procedure di sfratto.

Estremamente utile è, poi, la possibilità di effettuare un check-up sullo stato e la conformità dell’immobile rispetto alla normativa vigente o di provvedere alla redazione ed aggiornamento del libretto d’uso e manutenzione dello stesso, così da porre i proprietari nella condizione di abitare la propria casa in sicurezza e nel rispetto delle norme o di renderla oggetto di atti di trasferimento o locazione in piena tranquillità.

 

L’APPC fornisce, inoltre, anche tramite questo sito, informazioni, aggiornamenti ed approfondimenti su varie questioni d’interesse immobiliare.

Si pensi alla recente normativa in materia catastale, di cui al D.L. 78/2010, convertito in L. 122/2010; dell’ormai obbligatorio attestato di certificazione energetica, introdotto, dal D.lgs.192/2005, ed oggetto di varie modifiche, da ultimo ad opera del d.lgs. 28/2011; delle caratteristiche e dell’applicazione dell’IMU, introdotta dal “decreto Monti” (D.L 201/2011, conv. in L. 214/2011). ; del regime della cedolare secca sugli affitti, di cui al D.Lgs. 23/2011 e di tanto altro ancora.

 

Articolo a cura dell’APPC Agropoli

(tel.:0974 270923; fax: 0974 1855167; e-mail: appcagropoli@ibero.it; info@appcagropoli.it)

Condividilo!
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.