Spazio al verde per abbattere l’inquinamento

giardino-casa

“Spazio al verde nelle abitazioni per abbattere l’inquinamento e per migliorare la qualità della vita.”

E’ quanto è emerso nella prima seduta della nuova Commissione nazionale Appc “Casa Ambiente Risparmio Energetico” voluta, tra le altre novità, dall’Assemblea Nazionale Appc, nell’ambito del potenziamento della struttura organizzativa, perché la casa possa rispondere meglio alle sfide dei tempi in materia di ambiente e risparmio energetico.

L’insediamento della commissione si è tenuto presso la Sede spezzina Appc in Via Fiume, presenti il segretario nazionale Appc Flavio Maccione, e i vicesegretari nazionali Appc Ramona Gris e Mariano Da Prati e la coordinatrice Appc dell’area centronord Rosa Maria Ghirardini. Dopo il discorso inaugurale del presidente, il milanese Maurizio Santolini, che ha delineato gli obiettivi a breve, medio e lungo termine, i lavori sono entrati nel vivo, affrontando l’argomento “Spazio al verde nella casa”.

Il consulente tecnico Appc, architetto Marco Carossino di Genova, , con un volo epocale sui famosi giardini pensili babilonesi, ha illustrato ai convenuti come rendere oggi più vivibile e godibile lo spazio urbano con un bel tetto verde. Infatti, in tutta tranquillità, materiali e tecnologie del nostro tempo ci permettono di poter realizzare, negli edifici prati e giardini veri e propri, volendo con tanto di alberi. Ma tralasciando le disquisizioni tecniche, vediamo come il tetto verde porti con sé notevoli vantaggi a cominciare dal miglioramento del microclima, che influisce positivamente anche sul clima degli interni, alla creazione di nuovi spazi fruibili, all’ incremento dell’isolamento acustico attraverso una minore riflessione e ad un’ insonorizzazione del tetto, senza contare il risparmio energetico derivante dal maggiore isolamento termico del tetto stesso.

L’intervento del consulente tecnico Appc, architetto Fabio Matta di Parma, ha avuto come tema l’uso del verde per abbattere varie tipologie di inquinamenti, dall’acustico alle sostanze nocive alla salute. Si è visto come piante dal folto e ricco fogliame possono aiutarci, ad esempio, ad attenuare i rumori esterni di una strada. Osservato, poi, che esistono onde sonore ad alta e bassa frequenza, entrambe possono essere attutite con opportuni accorgimenti “verdi”: per bloccare rumori acuti, provocati da onde ad alta frequenza, sono efficaci piante dalle foglie piccole e fitte come oleandri, bossi, ligustri, cotoneastri, lonicere nitide; i rumori più profondi provocati da onde a bassa frequenza, vedasi il sottofondo del flusso veicolare, possono essere respinti da piante dalle foglie grandi e compatte come lauro, viburno, agrifoglio, aucuba, ecc. Ma le piante possono venirci in aiuto per combattere, in modo efficace, anche gli odori sgradevoli sia negli ambienti domestici che all’esterno: per questo occorre usare piante che siano in grado di espandere le loro fragranze con persistenza come i gerani odorosi, il caprifoglio, l’osmanto, il pittosporo, ecc. In spazi limitati, possono essere utilizzate specie annuali e biennali, come primula, centaurea, scabiosa, ecc.

Infine sono stati citati gli effetti benefici per la salute che possono venire dal verde, secondo studi della sezione bolognese dell’istituto di biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche, nei quali si evidenzia come alcune piante che teniamo abitualmente in appartamento o sul balcone di casa, come filodendri, begonie, stelle di Natale, gerbere possono assorbire sostanze nocive: il ficus benjamino elimina il 50% di benzene e di formaldeide e il 10% di tricloroetilene; lo spartifillo neutralizza l’80% di benzene e il 20% di tricloroetilene, la comunissima edera assorbe il 90% del benzene e il 10% del tricloroetilene che possono essere presenti in un ambiente. Anche il tronchetto della felicità elimina il benzene, la formaldeide e il tricloroetilene. Le radiazioni elettromagnetiche emesse dal computer possono essere assorbite dalla sansevieria, o dal cereus peruvianus, un piccolo cactus di origine messicana.

Gris Ramona

Vicesegretaria nazionale

Condividilo!
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.